Personalmente ho sempre ritenuto che la sindrome da deficit di attenzione e iperattività (Attention Deficit Hyperactivity Disorder, ADHD) non sia una vera malattia, in linea con quanto sostengono, per esempio, Beppe Grillo (il video è toccante) e associazioni come Perchè non accada e Giù le mani dai bambini.

Adesso leggo sulla prestigiosa rivista Pediatrics che esiste una relazione tra pesticidi e sindrome ADHD: lo studio ha esaminato 1139 bambini di età compresa tra gli 8 e i 15 anni, trovando una relazione tra concentrazione di fosfati nelle urine e ADHD. In particolare, i 119 bambini che corrispondevano al profilo ADHD avevano concentrazioni di fosfati particolarmente alte; i bambini che presentavano livelli urinari di metaboliti dei fosfati in quantità superiore alla mediana avevano il doppio delle probabilità di essere diagnosticati come ADHD.

Lo studio è stato condotto da prestigiose istituzioni degli Stati Uniti e del Canada. I ricercatori concludono:

Questi risultati supportano l’ipotesi che l’esposizione agli organofosfati, a livelli comuni tra i bambini statunitensi, possa contribuire alla diffusione dell’ADHD. Sono necessari studi ulteriori per stabilire se esista un nesso causale tra le due cose.

I ricercatori forse si ricordano, infatti, che gli organofosfati sono alla base dei gas nervini.

Share

Annunci