Leggo qui un comunicato della casa editrice Armenia:

Ci spiace comunicare che, a causa di un profondo disaccordo con alcune politiche aziendali della casa editrice americana Wizard of the Coast, tra cui l’inserimento dell’Italia nella lista dei paesi ad alto rischio alla stregua di un paese del terzo mondo e l’obbligo a sottostare a controlli non consoni e inusuali per una casa editrice, non continueremo la produzione della suddetta casa editrice fino a che non si troverà un accordo comune.

Non mi è molto chiara la causa del problema, ma trovo comunque che sia preoccupante il fatto che una casa editrice americana consideri l’Italia come un Paese del terzo mondo.

Annunci