Ultimamente i telegiornali stanno facendo di tutto per agevolare l’acquisizione del bispensiero da parte delle masse. L’argomento principale usato per l’allenamento necessario è quello dell’influenza cosiddetta “suina”, su cui le notizie contraddittorie si sprecano, ma non mancano esempi anche in altri ambiti, soprattutto di natura economica.

Per rendersi conto dell’esercizio di bispensiero nascosto nelle notizie relative all’influenza è sufficiente guardare la pagina del TG2: il testo della notizia dice che “il virus H1N1 non è la causa del decesso” del paziente ricoverato a Napoli. Il video nella stessa pagina trasmette il comunicato dei medici, che precisano che l’influenza non è la causa della morte di questo pover’uomo, mentre la giornalista Daniela Orsello commenta che questo comunicato è stato diffuso perchè l’ospedale teme il diffondersi del panico tra la popolazione. Ma la ciliegina sulla torta è il testo che scorre in basso, dove si può leggere “Influenza A. Morto ricoverato a Napoli. Ministero del Welfare: virus causa indiretta del decesso”.

Ho scovato su Youtube un paio di video sul panico diffuso negli Stati Uniti nel 1976, sempre fondato sull’influenza suina: ci vuole un po’ di pazienza per vederli, ma secondo me sono interessanti. In rete ci sono anche molte altre notizie sull’argomento, per esempio qui e qui. Altri spunti di meditazione si possono trovare in questo articolo.

Annunci