Le iniziative leghiste continuano a lasciarci sempre più sorpresi: dopo il giochino di Renzo Bossi, ecco che su Facebook arriva il manifesto che invita a torturare i clandestini per legittima difesa. La pagina di Lega Nord Mirano è stata oscurata da Facebook dopo numerose proteste degli utenti, mentre il titolare del profilo sostiene che qualcuno gli ha rubato la password.

Ci crediamo? Francamente sembra poco probabile che il vicesindaco di Mirano, a cui appunto è intestato il profilo, per mesi non si accorga che qualcun altro accede alla propria pagina su Facebook.

La Lega fa sempre più chiasso, fa sempre più confusione, sottolinea sempre più spesso di essere parte della coalizione di governo e lo fa pesare sempre più, imponendo di fatto una politica leghista a tutta l’Italia. Non posso fare a meno di chiedermi se c’è un vero obiettivo, e quale,  nascosto sotto tutto questo chiasso.

Annunci