Accadono cose a cui viene dato poco o nessun risalto, e sono quelle di cui secondo me è necessario preoccuaparsi di più.

Mi riferisco, in particolare, a quanto avviene a Palermo, come riportato sul blog Rosalio: l’aumento dell’addizionale IRPEF comunale, già bocciato dal Consiglio Comunale, ma applicabile grazie a un’ordinanza ad hoc di Berlusconi.

L’emergenza rifiuti a Palermo viene pagata dai palermitani, e non da chi l’ha procurata, direttamente e indirettamente. L’aumento IRPEF è considerato illegittimo dal punto di vista dello Statuto dei Diritti del Contribuente, ma a mio avviso la cosa più grave è che si cancella l’autorità del Consiglio Comunale, esautorato per ordinanza del Presidente del Consiglio.

Annunci